The Apparition

USA – 2012  INEDITO

regia: Todd Lincoln      durata: 82min.
cast: Ashley Greene – Sebastian Stan – Tom Felton – Julianna Guill

La base di tutta la vicenda è radicata negli anni ’70, quando un gruppetto di fricchettoni tenta una sorta di seduta spiritica parascientifica nel tentativo di contattare il loro amico Charles, passato a miglior vita.
Ai giorni nostri Maggie, Ben e Patrick, tre studenti universitari (di non si sa che cosa) tentano di ricreare “L’Esperimento Charles” usufruendo di una tecnologia avanzata di contenimento (?). Il risultato è una catastrofe: l’entità scatafascia tutto il laboratorio, tra scariche elettriche e poltergeist selvaggio e Maggie finisce assorbita dentro un muro.
Tempo dopo (settimane? mesi? anni? e chi lo sa?) Ben si è rifatto una vita, trasferendosi in una villetta nei sobborghi desertici di Los Angeles con Kelly, la nuova fidanzata veterinaria (visto che Maggie  è ormai impastata nel cemento) e sbarcando il lunario come tecnico elettronico.
Tutto sembra (sembra….) filare liscio, fino a quando strani fenomeni cominciano a manifestarsi nella casa. Ombre, porte spalancate, strane muffe polverose e presenze che bipassano sistemi d’allarme e telecamere minano la tranquillità della coppia, finché Ben non si decide a ricontattare Patrick, di cui aveva ignorato mail e telefonate per quasi metà film, per scoprire che l’amico ha tentato nuovamente l’Esperimento Charles liberando involontariamente una presenza fantasmatica e demoniaca.

Questo esordio alla regia di Todd Lincoln si può definire a tutti gli effetti una falsa partenza. Solo l’ambientazione sembra l’ideale per un film di genere, per il resto piattume totale. Qualcuno spieghi al regista che atmosfera non significa staticità e tensione non è sinonimo di noia.
Digitale al minimo, e questo sarebbe stato un fiore all’occhiello se il film avesse potuto contare su un minimo di trama, invece quando tutto deve prendere forma la storia si riduce ad uno scappa/spaventati e muori.
Sulla recitazione è meglio stendere un velo pietoso e la trovata di dare le spiegazioni paragnostiche del fenomeno attraverso la voce registrata di Patrick nel suo diario digitale riporta a vecchi film horror per la tv anni ’80.
Il film dovrebbe arrivare in Italia a fine anno, ma se anche così non fosse…bhè ce ne faremo una ragione!

giudizio: yawn (soporifero)

♥♥♥♥♥

Provaci ancora, Todd

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...