Ghastly – Gisaeng Ryung

GhastlyGisaeng Ryung
KOREA 2011
INEDITO

regia: Yang Yun-Ho      durata: 78min
cast: Han Eun-Jung – Hyomin – No Min-Woo – Lee Hyung-Suk – Park Seong-Min – Hwang Ji-Hyun

Il piccolo Bin ( Lee Hyung-Suk) rimane orfano in circostanze a dir poco tragiche e macabre; la madre Ga-Hee (Hwang Ji-Hyun), dopo aver fatto a pezzi il marito si è tolta la vita cercando di amputarsi i piedi. Dopo aver cercato inutilmente di rintracciare la nonna di Bin, una vecchia dedita allo sciamesimo misteriosamente scomparsa un paio di mesi prima, il piccolo viene affidato allo zio, fratello di suo padre, Jang-Hwan (Park Seong-Min) e a sua moglie Seo-Ni (Han Eun-Jung).
Grazie a questo inaspettato “colpo di fortuna” Jang può vendere la sua casa per pagare i debiti contratti in investimenti sbagliati e si trasferisce insieme a Bin, sua moglie e l’adolescente Yoo-Rin (Hyomin) sorella di Seo-Ni, nella villa teatro della tragedia.

Ghastly-02

E la situazione comincia a precipitare: mentre Cheol-Woong (No Min-Woo), giovane agente di polizia continua ad investigare sulla strana dinamica di quelle morti, Bin comincia ad avere comportamenti inquietanti che sfociano in gesti violenti e crudeli, mentre sia Seo-Ni che Yoo-Rin sono perseguitate da agghiaccianti incubi notturni e spaventate da misteriose ed impalpabili presenze che aleggiano nella casa. Dopo aver frugato per le stanze ed aver ascoltato i pettegolezzi dei vicini Seo-Ni si convince che la chiave degli omicidi e del mistero sia la nonna sciamana di Bin.

Nessun fantasma intunicato ed incipriato che si muove a scatti scricchiolando come una vecchia sedia, né ciocche di lunghi capelli neri che penzolano qua e là inglobando povere vittime terrorizzate. A differenza di cinesi e giapponesi, i coreani (ed anche i tailandesi) hanno sempre buttato un occhio, stilisticamente parlando, all’occidente, almeno nel cinema di genere. Con Ghastly (Macabro)  Yang Yun-Ho realizza un prodotto dalla ritmica sostenuta ed una trama più lineare e meno contorta; i pochi riferimenti alla cultura e religione orientale sono spiegati dalle immagini e non date per scontate come spesso avviene ed anche le inquadrature e l’uso del gore sono maggiormente indirizzate ad un pubblico internazionale. 

giudizio: Si può fare… (fantasmi d’oriente colpiscono ancora) 

♥♥♥♥♥♥

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...