The Ghostmaker – The Box of Shadows

THE GHOSTMAKERUSA 2011 

regia: Mauro Borrelli      durata: 90min
cast: Aaron Dean Eisenberg – Domiziano Arcangeli – Liz Fenning – Jared Grey – J. Walter Holland

Kyle conduce la tipica esistenza dell’universitario medio americano: ha una fidanzata, Julie,  fighetta (ed insipida) benestante e sportiva, un amico, Sutton,  paraplegico su sedia a rotelle che oltre ad essere innamorato segretamente della sua ragazza lo ospita in casa e gli paga le bollette; ha una passione smodata per il crack ed un debito sostanzioso con Marcus, il suo viscido spacciatore di fiducia.
Ovviamente Kyle è bello, ma senza arte né parte, tanto che, per tirare a campare (oltre a svuotare la carta di credito di Julie) si occupa di “Quality Cleaning” (pulisce cantine) ed è proprio svuotando la cantina di una vecchia signora che il ragazzo fa una coperta che sconvolgerà la sua vita.
Una bara antica, vuota, che la vecchia signora gli raccomanda di distruggere, ma che Kyle invece porta a casa e ripulisce nella speranza di rivenderla su E-Bay.
ghostmaker 01Alzando l’imbottitura Kyle scopre uno strano meccanismo ed una chiave….e la faccenda si fa più complicata. Chiamato in causa Sutton, esperto in meccanica, i due capiscono di avere a che fare con qualcosa di più di un semplice feretro e decidono di coinvolgere l’amico nerd Platt, impiegato nella biblioteca ed esperto d’antichità.
Dopo una breve ricerca la soluzione si presenta ai loro occhi: la bara risale al ghostmaker 01bisXV° secolo ed è opera di un certo Wolfgang Von Tristen, definito “il Da Vinci del Male” o “L’Artigiano del Diavolo”. Esperto e geniale creatore di strumenti di tortura, Von Tristen fabbricò la bara con il chiaro intento di creare un ponte tra la vita e la morte, usufruendo di una mefistofelica combinazione tra occultismo e tecnologia.
I tre non si lasciano sfuggire l’occasione di provare tale esperienza extracorporea….ovviamente a proprio meschino vantaggio. Così, mentre Kyle, ne approfitta per spiare la combinazione della cassaforte di un negoziante per tornare a rubare l’incasso e pagare i suoi debiti; Sutton gioca a fare il guardone nella casa e nella palestra della fidazata dell’amico.
Tutto sembra andare alla grande, tanto è vero che da ogni esperienza “ultraterrena” i tre ne escono più rafforzati ed esaltati, ma….hanno fatto i conti senza l’oste.
ghostmaker 03Da uno spunto originale (con relativo finale a sorpresa), una decente recitazione, e dignitosi effetti (anche se modesti) come quelli realizzati per il film ci si aspettava qualcosa di più….italiano; invece alla fine il buon Borrelli ripiega sul teen movie americano che ha tanto il sapore di un Flatliners (Linea Mortale) condito con un po’ di Ghost.
Il risultato? Un film discreto che non crea tensione e non fa paura.
Peccato, un po’ di Mario Bava ed Antonio Margheriti non avrebbe guastato, almeno per dar sapore ad una storia nata in odor di Occultismo e Stregoneria

P.S. E’ prevista l’uscita nelle sale italiane per i primi di gennaio, scommetto che (se avremo fortuna) lo vedremo direttamente in DVD tra qualche mese…

giudizio: Mmmmpfh… (provaci ancora, Borrelli)

♥♥♥♥♥♥

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...