Uno Sguardo ad un (probabile) Futuro…

Benvenuti nel 2013!
Metabolizzato il cotechino con le lenticchie?
Digerite le ultime notizie sui nuovi aumenti e gli ulteriori tagli? (mi sa di no).

Per amareggiarvi ulteriormente vi propongo una veloce panoramica su quelle che dovrebbero (e qui il condizionale è d’obbligo) essere alcune delle uscite cinematografiche di quest’anno.

Pronti? Allacciatevi le cinture e ricordatevi che state per affrontare un viaggio in una sorta di Universo Alternativo che, quasi sicuramente, non avrà mai riscontro nella realtà….


1Asylum_Blackout_Poster_HD-1

Annunciato in uscita in Italia a Maggio del 2012, poi in DVD per Luglio ed ora nuovamente al cinema per la fine di Gennaio e, quasi sicuramente, destinato ad essere reperito attraverso fonti alternative; per scaramanzia lo citiamo…non si sa mai impazziscano e lo facciano uscire davvero!
Asylum Blackout (The Incident) è un buon filmetto girato dal francese Alex Courtes, visionario videoclipparo (e in alcuni punti del film emerge) e prodotto da Francia, Belgio e USA (2011). Ben fatto (con tutti i limiti che un’opera prima porta con sé) ed un discreto bilanciamento tra suspence e gore.
Anche la recitazione non è male.
La trama? Quattro sfaccendati componenti di una band musicale tirano a campare lavorando come cuochi in un manicomio criminale, poi una notte c’è un inaspettato blackout e….


mah

My Amityville Horror di Eric Walter (USA 2012)
Presentato in “anteprima” al Ravenna Film Festival.
M.A.H. non è propriamente una pellicola di genere, ma una sorta di documentario sugli avvenimenti che sconvolsero la vita della famiglia Lutz nel 1975, il tutto visto attraverso gli occhi (e le esperienze) di Daniel, uno dei tre figli dei Lutz.
C’erano veramente i fantasmi nella casa di Ocean Avenue? Quanto fu frutto di speculazione da parte dei media, dei genitori di Daniel e dello scrittore Jay Anson? Si parlerà di violenza familiare psicologica e fisica.
Dopo essersi fatto le ossa con  cortometraggi e documentari vari, Walter affronta una tematica particolare realizzando un film interessante e (furbescamente) abbastanza “inoffensivo” (dal punto di vista di rating). Per la data di uscita accontentatevi di un vago 2013…


tulpa-locandina

Tulpa di Federico Zampaglione (2012)
Anteprimizzato al festival di Courmayeur il terzo film del sopravvalutatissimo Federico (uomo per tutte le stagioni) e  previsto in uscita nelle sale per Febbraio 2013.
La musa ispiratrice Gerini coinvolta in un horror/thriller ’70style tra notturne incursioni, erotiche trasgressioni ed efferati omicidi. Nutro seri dubbi dopo la delusione di Shadow (ma credo di essere uno dei pochi a cui il film non ha detto nulla), alimentati da una domanda che mi ronza da parecchio nella testa: “Perché il cinema thriller (estero e nostrano) continua a rivangare e cercare di resuscitare un certo modo italiano di fare film negli anni ’70?”. lasciamo “riposare” in pace i Maestri dell’epoca e cerchiamo di dare una nuova impronta al genere (con buona pace di Bava, Lado, Margheriti etc…)
Comunque alla visione la sentenza.


Mama-Movie

La Madre
Mama di Andreas Muschietti

(Spagna – Canada – 2012)
“Storia dè Fantasmi” prodotta da Guillermo del Toro, dalle premesse accattivanti.
Scomparse il giorno del suicidio della madre, due sorelline vengono ritrovate cinque anni dopo in un bosco e prontamente adottate dagli amorevoli zii.
Quello che sembra un lieto fine non è che l’inizio di un incubo, visto che lo spettro della mammina sembra intenzionato a “riprendersi ciò che è suo”.
Chi ha visto in anteprima il film assicura una buona tensione e colpi di scena a gogo. C’è da dire però che del Toro si è rivelato abbastanza discontinuo sia nelle vesti di produttore che in quelle di regista e Muschietti è un esordiente, quindi facilmente influenzabile, dal gigante citato sopra.
Uscita prevista in Italia: il 12 (addirittura!) Gennaio 2013


yess

Non Aprite quella Porta 3D
Texas Chainsaw 3D di John Luessenhop
(USA – 2013)
Ennesimo sequel/reebot del Massacro Texano della Sega Elettrica, questa volta in 3D.
La storia riprende circa 10 anni dopo gli avvenimenti del primo film e a centinaia di chilometri di distanza. Una ragazza (Eather) eredita una antica casa in stile vittoriano e, armi e bagagli, vi si trasferisce con il solito gruppetto d’amici (alias: carne da macello), per passare uno spensierato weekend all’insegna dello splatter più truculento.
Dopo i quattro capitoli della serie ed i remake dei primi 2, viene spontaneo chiedersi: ce ne era bisogno?
A quanto pare si; il 3D ormai sta al gore come il proverbiale cacio sui maccheroni e nessun teenager americano vuole perdersi una motosega grondante sangue che “sventola” fuori dallo schermo!
Negli USA esce oggi, da noi è previsto per S.Valentino.
Bhà


Lords-of-salem-teaser

The Lords of Salem di Rob Zombie
(USA – Canada – UK – 2012)
In arrivo anche l’ultima fatica del borderline Zombie che ha riscosso pareri contrastanti tra gli aficionados. C’è chi lo ha amato a prescindere e chi invece lo ha trovato troppo metafisico e visionario; ben lontano dallo stile del regista così carnalmente radicato all’ ontheroad.
Personalmente do fiducia ad un regista che mi ha deluso (ma forse annoiato è il termine più corretto) solo con “Halloween 2” del 2009.
Un disco in vinile di uno sconosciuto gruppo rock (i Lords) trasmesso da una piccola emittente radiofonica di Salem, da il via ad una serie di sinistri e diabolici eventi destinati a culminare durante il previsto concerto rock del gruppo. A parte la storia del vinile, che mi ricorda tanto quella del filmettino “Morte a 33 giri” (Trick or Treat – 1986) le premesse sembrano allettanti. Staremo a vedere.
In uscita a Febbraio 2013


Rites-of-Spring-2011-Movie-12

Rites of Spring di Padraig Reynolds
(USA 2011)
Al festival di Ravenna non ha riscosso molto successo ed è stato paragonato ad un mix malriuscito tra noir ed horror ma “io sono come S.Tommaso…”.
La storia corre su due binari (inizialmente) paralleli: da una parte un terzetto di delinquenti che sequestrano due bambine e si nascondono in un casolare abbandonato aspettando il complice andato a ritirare i soldi del riscatto; dall’altra parte c’è invece il solito redneck fuori di testa che rapisce un paio di ragazze e le porta nel suo fienile per offrirle in sacrificio ad un’entità demoniaca. Con la fuga di una delle due i fili della storia s’intrecceranno…bisogna solo vedere come.
Certo, a leggere la trama si trova un po’ di King, un po’ di Tarantino ed uno spruzzo di Barker mais, ça va sans dire
Previsto per Marzo 2013


E poi ci sono anche:
Sinister di Scott Derrickson, di cui ho già parlato qui
The Curse of Chucky di Don Mancini, nuovo capitolo/remake sul malefico bambolotto la cui uscita, però, è già prevista in DVD.
Only God Forgives di Nicolas W. Refn, dove regista ed interprete di Drive saranno ancora insieme per un noir al sapore di zolfo.
You can’t Kill Stephen King di R. Khalil, M. Mann e J. Valdés-Iga. Singolare black comedy dove un gruppo di fans di King  si addentrerà nel Maine nella speranza di incontrare il loro idolo solo per finire nelle mani di uno psicopatico che li stermina imitando i personaggi creati dallo scrittore.
Ends of the Earth di Derek Lee e Cliff Prowse. Un POV vampiresco girato stile found footage (girato ritrovato). Personalmente ne eviterò la visione. DETESTO i films horror stile mockumetary.
E tanto altro ancora…di robina (valida o meno) ce n’è parecchia, rimane solo ai distributori l’ardua decisione di permettercene o meno la visione nelle sale.

Imperius Rex!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...