A Haunting at Silver Falls

haunting_at_silver_falls_xlg

aka Silver Falls
USA – 2013

cast: Alix Elizabeth Gitter – Steve Bacic – Tara Westwood – James Cavlo – Tadhg Kelly – Jade e Nikita Ramsey
regia: Brett Donowho
soggetto: Rachel Long
sceneggiatura: Cam Cannon – Rachel Long – Brian Pittman
musica: Nathan Vann Walton
durata: 95 min
INEDITO


INSPIRED by TRUE EVENTS (per la gioia di Mari !)
A-Haunting-at-Silver-Falls-650x361Jordan (Alix Elizabeth Gitter) è un’adolescente orfana. Dopo il suicidio della madre quando aveva nove anni e la morte per leucemia del padre si è ritrovata sola al mondo e, per tirare avanti, si è dovuta trasferire da Los Angeles a Silver Falls, piccola cittadina sperduta in culo al mondo, ospite della zia Anne (Tara Westwood) sorella gemella della madre e di suo marito Kevin (Steve Bacic); parenti giovanili e dalla mentalità aperta. Dopo neanche una settimana Jordan sembra essersi ambientata: si è fatta il fidanzatino imbranato (James Cavlo
), è importunata dal bello e dannato Robbie (Tadhg Kelly), figlio dello sceriffo e stupratore/spacciatore a tempo perso e leggermente oppressa dalle attenzioni degli zii che temono un suo sconvolgimento psicologico dopo la recente perdita del padre.
hntgatslrflsswb72300mbfLe cose si complicano quando Larry (il fidanzato nerd) porta Jordan ad infrattarsi nel boschetto vicino le cascate che, ovviamente, pochi anni prima era stato teatro di una orribile tragedia, ovvero l’uccisione delle due gemelle Heater e Holly (Jade e Nikita Ramsey) ad opera del padre Wyatt (James C. Burns). Il “festino” adolescenziale a base di falò, birra e droghe viene interrotto dallo sceriffo ed il gruppetto si disperde nel bosco, la ragazza trova in un cespuglio un anello che istintivamente infila al dito…et voilà, il danno è fatto.
Da quel momento in poi Jordan comincia ad essere perseguitata (in casa e fuori) dagli spettri delle gemelle che sembrano volergli comunicare qualcosa.
eQ1mkOggetti si rompono e spariscono, porte chiuse a chiave si spalancano e rubinetti  aperti allagano bagno e cucina e, quando Jordan confida agli zii che percepisce la presenza delle due ragazze,  i due si convincono che la giovane sia affetta della stessa isteria di massa che ha colpito altre sei adolescenti prima di lei portandole al suicidio e la affidano alle cure del dr. Parrish (Erick Avari) che, guarda caso, è il padre di Larry.
Ma a Jordan i conti non tornano. Il padre di Holly ed Heater sarà giustiziato tra poco (nonstante si proclami innocente), eppure i fantasmi delle gemelle non sembrano trovare pace…
Qual’è il segreto di Silver Falls?
400240219_640


A quanto pare, oltre all’immigrazione clandestina di messicani, portoricani e cubani, negli ultimi anni gli americani debbono anche preoccuparsi di arginare la massiccia invasione di entità spiritiche e demoniache nelle loro cittadine di provincia.
I meccanismi del film sono quelli ormai straconsolidati del genere hauntedhouse, con un pizzico di mistery che non fa mai male. Attori quasi tutti d’estrazione televisiva ma con una discreta dignità recitativa ed un regista che con questo film ed un “Salvation” del 2013 candidato a diversi premi cerca di riscattarsi dai patetici “5 Souls” e “No Tell Motel” diretti nel 2011 e 2012.
Senza voler troppo spoilerare la trama mi azzardo a dire che la contaminazione con il thriller qui risulta più organica e fluida che in altre pellicole dello stesso genere, forse perché non si gioca a complicare troppo la trama, ed il coup de scène finale (anche se un po’ telegrafato) risulta piacevole.
C’è di peggio. C’è di meglio, ma anche di molto peggio. E di questi tempi tocca “accontentarci”…

corvi06 e una ‘nticchia

Annunci

7 commenti su “A Haunting at Silver Falls

  1. Oh, mamma, una storia vera! Sono MOLTO sorpresa che sia una vicenda di fantasmi, allora! Però l’anello infilato che libera gente dall’aldilà mi ricorda la Sposa Cadavere!

  2. boh! l’ho appena finisto di vedere…sono tornata indietro perchè pensavo di aver saltato un pezzo…e invece no!..mah! alcune cose no sembrano avere proprio uin senso logico…

    • Non ho detto che sia un capolavoro, ma è addirittura un po’ piatto nella la sua banalità…cosa avrebbe d’illogico? (se lo hai visto sottotitolato probabilmente è anche colpa della traduzione…)
      Comunque se vuoi qualcosa di VERAMENTE illogico ti “consiglio” Last Exorcism part II (che dovrebbe anche già essere uscito in sala) 🙂
      P.S. grazie per la visita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...