Magic

MagicposterUSA – 1978

Abracadabra, ora io un gioco fo
Hocus Pocus, vedrete, vi stupirò

regia: Richard Attenborough      durata: 106min
cast:  Anthony Hopkins – Ann Margret – Burgess Meredith – Ed Lauter

Charles “Corky” Withers (Anthony Hopkins) è un ventriloquo illusionista da cabaret senza arte nè parte, ma da quando ha “creato” il suo personaggio “Forca”, un burattino sarcastico ed irriverente, la fortuna sembra sorridergli.

magicAlla vigilia di una prima in una televisione nazionale Corky sparisce ed il suo agente, Ben Greene (Burgess Meredith, mitico caratterista già visto in film del calibro di “Sentinel” ) si mette alla sua ricerca.
Corky è tornato alle Catskills, dove è nato e cresciuto, affermando di avere paura del successo…ma in realtà non vuole affrontare la visita medica che la società televisiva impone.
Tornato nella sua cittadina d’origine, l’uomo rintraccia Peggy Ann Snow (Ann Margret), antica fiamma a cui non si era mai dichiarato, che ora gestisce un motel insieme al marito (ex compagno di scuola d’entrambi).

600x500px-LL-09e82c0f_Magic_Ann_Margret_Fats_Anthony_Hopkins-1978

La schizofrenia, aggravata da una massa tumorale non conclamata, comincia ad agire sulla personalità di Corky …e a dare vita al pupazzo Forca.
Spinto dai “consigli” del burattino, il ventriloquo affitta una camera nel motel ed inizia un sinistro tentativo di riconquista di Peggy Ann.
Nel frattempo Ben Greene è sulle sue tracce…
Ma quanto è opera della follia di “Corky”? E se Forca avesse invece acquistato una parvenza di vita propria?

magic2d

Ai giorni nostri il “leitmotiv” dello sdoppiamento di personalità (assorbito da un pupazzo a da altra diversa identità) è cosa abbastanza comune, ma così non era negli anni ’70, ed è proprio grazie a film come questo che si deve la nascita di una certa “categoria di genere”.
All’epoca, per motivi puramente politici (Attenborough non era ben visto), il film venne definito privo di suspence e di struttura d’insieme, ma da buon fanatico di genere, posso garantirvi che a più di trenta anni di distanza “Magic” provoca i stessi brividi che mi diede all’epoca della visione cinematografica…senza contare che fu il film che lanciò definitivamente Anthony Hopkins nel firmamento delle star di Hollywood

…e la colonna sonora del mitico Jerry Goldsmith è la ciliegina sulla torta.

In DVD non si trova, ma qualche vecchia copia a noleggio in VHS esiste ancora

giudizio: Hocus Pocus (brrrrividi…)

♥♥♥♥♥♥